You are here:   Home Chi Siamo

Chi Siamo

Statuto

Art. 1
È costituita l’Associazione denominata “Collegio dei Docenti di Odontoiatria”. La sede dell’Associazione è presso la struttura universitaria cui afferisce il Presidente.

Il logo dell’Associazione è di seguito riportato:

 

Art. 2
Scopi dell’Associazione
Promuovere:
a) il progresso scientifico delle Scienze Odontostomatologiche;
b) il coordinamento, nel pieno rispetto dell’autonomia delle singole Facoltà di Medicina e Chirurgia delle Università italiane, mediante scambi di informazione e di studi dei problemi comuni, della didattica, della ricerca e dell’attività clinico - assistenziale nei corsi  di  laurea  magistrale  in  Odontoiatria  e  Protesi  Dentaria,  in  Medicina  e Chirurgia,  nel   corso  di  laurea  in  Igiene  Dentale  e  relativo  corso  di  laurea specialistica, in tutti i corsi di  laurea delle professioni sanitarie, nelle scuole di specializzazione, nei corsi di dottorato, di master e di perfezionamento ed in tutti gli altri corsi di formazione che dovessero essere attivati nell’area di pertinenza;
c) la collaborazione con Associazioni similari in campo nazionale e internazionale;
d) la diffusione e la valorizzazione delle Scienze Odontostomatologiche Universitarie anche attraverso attività di aggiornamento e formazione permanente residenziale e a distanza in  collaborazione con Enti pubblici e privati e Società scientifiche e culturali.
L’Associazione può  tutelare  l’interesse  dei  soci  assumendo  anche  la  configurazione giuridica di sindacato di categoria.
L’Associazione non ha carattere politico e non persegue fini di lucro.
 

Art. 3
Patrimonio
Il patrimonio dell’Associazione è costituito da beni mobili ed immobili e da donazioni che pervengano al Collegio a qualsiasi titolo.
L’Associazione si finanzia:
a) con i contributi
- dei Soci
- di Enti pubblici e privati
- delle attività formative ed ECM erogate
- di eventuali sponsorizzazioni da soggetti terzi che non configurino conflitti di interesse
b) con attività di consulenza scientifica e attività formative e culturali erogate a par Statuto o su richiesta di Enti terzi.
L’eventuale utile di gestione sarà destinato in parte ad un fondo di riserva ed in parte utilizzato, su delibera del Collegio dei Referenti, per finalità di interesse generale.
 

Art. 4
Soci
Sono Soci del Collegio dei Docenti di Odontoiatria i professori di ruolo di prima e seconda fascia e i  professori aggregati ed i ricercatori di discipline Odontostomatologiche, afferenti agli attuali SSD MED/28, MED/29 e MED/50, in regola con il pagamento della quota associativa annuale.
Hanno diritto di voto tutti i professoridi ruolo di prima e seconda fascia ed una rappresentanza di  due ricercatori eletti localmente presso le singole sedi universitarie. I docenti in quiescenza diventano, a richiesta, soci onorari.


Art. 5
Ammissione, decadenza, dimissioni, espulsione dei Soci
Ammissione: l’ammissione al Collegio dei Docenti avviene di diritto per i professori di ruolo di prima e di seconda fascia, professori aggregati e i ricercatori delle discipline Odontostomatologiche, come da art. 4 del presente statuto.
Decadenza: un socio non in regola per due anni successivi con il pagamento della quota associativa viene dichiarato decaduto; sarà riammesso previa regolarizzazione del pagamento delle quote non versate.
Dimissioni: ogni Socio può presentare le dimissionii al Presidente. Le dimissioni devono essere accettate dall'Assemblea dei Soci a maggioranza semplice; il Socio dimissionario può essere riammesso con il parere favorevole della maggioranza assoluta dei Referenti, ratificato dall’Assemblea dei Soci.
Espulsione: le infrazioni gravi ai principi della deontologia, come pure la diffamazione nei confronti dell’Associazione o dei suoi membri possono comportare l’espulsione dal Collegio. Essa per essere valida deve essere proposta dal Collegio dei Probiviri a maggioranza assoluta e convalidata dall'Assemblea dei Soci.
Riammissione dopo espulsione: il socio  espulso può essere  riammesso  a  far  parte  del Collegio dei Docenti, su sua richiesta, passati 5 anni  dall’espulsione,  previo  parere  favorevole  dei  probiviri  a maggioranza assoluta e  dell’assemblea dei soci.


Art. 6
Quota associativa
I Soci sono tenuti al versamento di una quota associativa annuale, il cui ammontare viene fissato dall’Assemblea dei Soci. Solo i Soci onorari non sono tenuti al versamento della quota. L’Assemblea dei Soci può deliberare contributi straordinari a carico di tutti i Soci per evenienze impreviste o programmate di particolare importanza.